L’Angolo del Greg – Episodio 4

a cura di Angelo Gregotti

 

   Nella puntata precedente ho raccontato il primo incontro con Tajima, azienda giapponese produttrice di macchine da ricamo, avvenuto a Milano nel 1975 durante l’ITMA, la fiera più importante in Europa per l’industria tessile-confezione.

Rimasi molto colpito dall’avanguardia di questa tecnologia e da quel momento in poi l’attività della mia ditta iniziò ad orientarsi verso una nuova sfida, quella delle macchine industriali.

Continua a leggere

Texprocess 2011-Intervista a Fabio Bollani

Che impressione hai avuto dell’ambiente fiera? Non mi aspettavo, sinceramente, uno spazio così vasto tutto per la fiera. Ero già stato ad altre fiere ma, solo la Hall 5 e 5.1 insieme erano più grosse di tutta la fiera da me precedentemente visitata. Ho visto però un’ottima organizzazione e struttura, e ho notato un ambiente sempre in movimento.

 Come reputi questa tua prima esperienza? Come ho già detto, ero precedentemente stato ad una fiera ma da spettatore. Questa volta, invece, interagire con possibili clienti di varie nazionalità, presentare al meglio i propri prodotti, e l’ essere vicino a persone con grandi esperienze, come il Sig. Pucci ed il Sig. Gregotti, mi ha dato la possibilità di acquisire esperienze e nozioni da non dimenticare, utili sia per il lavoro ma per la mia personale crescita professionale.

Texprocess 2011-Intervista a Sig.Gregotti

Signor Gregotti, ha notato in questa fiera sintomi di ripresa? Non si sono visti evidenti segni di ripresa ma, soltanto, un interesse maggiore da parte dei visitatori verso nuove soluzioni molto tecniche.

Qual è l’interesse maggiore che avete riscontrato? Per quanto riguarda le macchine, l’interesse maggiore è stato rivolto verso le uniche vere novità presentate in fiera, cioè il taglio laser in particolare con il nuovo macchinario Multilaser,  e l’Auto Hoop, un dispositivo che permette alle macchine tradizionali di ricamare su nastri in continuo senza interventi dell’operatore. Per quanto riguarda, invece, i materiali ho notato un interesse sui filati metallici, ancora poco utilizzati ma sui quali si prevede un prossimo incremento, e sui filati di cotone che rispecchiano al meglio la tendenza all’ecologia. Sempre per i materiali l’impiego di nuovi materiali, al posto della classica lamina, nella produzione delle paillettes.

Come commenta l’affluenza di questa fiera?  Questa edizione della fiera è stata la più visitata, anche per l’abbinamento a questo salone della fiera Techtextil, che ha portato un’affluenza indiretta ma interessante.

MONOTESTA TEJT-C 1201 (360×500) S

Maneggevole, leggera,compatta

Questi i tre aggettivi che identificano questa macchina, che nulla ha però da invidiare alle altre due versioni in termini di prestazioni ed affidabilità.

La dotazione di base, comprendente anche il kit per la lavorazione dei cappelli, 4 misure di telai tubolari in serie doppia per il ricamo su capi confezionati (t-shirt, camicie, etc), il tavolo per lavorazioni in piano, un software per Lettering e piccole modifiche, un CD contenente 5000 ricami e una confezione di filato Aurifil , ne fanno comunque un prodotto funzionale.

www.studioauriga.it

MONOTESTA TFMX-C 1501 (450×520) S

Il top dei Modelli.

Campo da ricamo di maggiori dimensioni, struttura a ponte, possibilità di installare le paillettes anche con cambio colore automatico (Twin Sequin) e l’Autohoop, questo modello può essere validamente  utilizzato anche come campionatrice per il laboratori di ricamo industriali.

Affidabilità, velocità, precisione : la  tecnologia Tajima si esprime al meglio in questo modello.

www.studioauriga.it

MONOTESTA TEMX-C 1501 (360×500) S

Completa e versatile

Alla dotazione base della Neo, in questo modello si aggiungono la disponibilità dei 15 colori, il pannello LCD, il carrello di appoggio, il tavolo di più grosse dimensioni, il telaio continuo (border frame) e l’intelaiatore per capi finiti.

Le dimensioni ridotte e la struttura sempre leggera, la rendono adatta sia all’utilizzo presso il laboratorio che al trasferimento e utilizzo in fiere e manifestazioni.

www.studioauriga.it

MONOTESTA Tre modelli,unica tecnologia

Tajima per accontentare tutte le diverse richieste del mercato ha differenziato la sua produzione di monotesta in tre diversi modelli.

TEJT-C 1201 (360×500) S   –  MANEGGEVOLE, LEGGERA,COMPATTA

TEMX-C 1501 (360×500) S  –  COMPLETA E VERSATILE

TFMX-C 1501 (450×520) S  –  IL TOP DEI MODELLI

www.studioauriga.it