L’avanguardia creativa del ricamo industriale Tajima

Riportiamo a seguito l’editoriale pubblicato sulla rivista Technofashion di Febbraio 2018.
Clicca sull’anteprima a seguito per visualizzare e leggere l’articolo ingradito.


Per leggere online la versione integrale di Technofashion clicca qui http://bit.ly/2H5SSgp

 

Giovani Designer emergenti nel nostro showroom

Durante il mese di dicembre siamo stati lieti di accogliere tre nuovi professionisti  nell’ambito del fashion design presso il nostro showroom di Solaro, Milano.

Si tratta delle sorelle Aya e Mounaz Abdelraouf dall’Egitto, designer della nuova linea di borse ed accessori a marchio Okhtein ed Amine Bendriouich dal Marocco, autore dell’omonima linea d’abbigliamento.

Questi giovani stilisti sono i vincitori del concorso OpenMymed Price 2017 organizzato  da Maison Méditerranéenne des Métiers de la Mode (MMMM),  associazione governativa, partner di Tajima, nata nel 1901 con lo scopo di contribuire allo sviluppo del settore moda trasmettendo cultura.

Dicembre 2017 – Aya e Mounaz Abdelraouf di Okhtein ed Amine Bendriouich nello showroom Studio Auriga

In particolare l’attività di questa società si basa sulla ricerca e sulla selezione di nuovi talenti nella regione euro/mediterranea, sostenendone il loro sviluppo.

Ogni anno la Mediterranean House of Fashion Professionals (MMMM) organizza il concorso OpenMyMed Prize per trovare nuove risorse da affiancare agli stilisti di Marsiglia e della regione circostante ed ai designer di moda dei paesi mediterranei.

Dal 2010, il premio Open si è aperto a 19 paesi tra cui Albania, Algeria, Cipro, Croazia, Egitto, Francia, Grecia, Israele, Italia, Libano, Malta, Monaco, Montenegro, Marocco, Portogallo, Slovenia, Spagna, Tunisia, Turchia.

Grazie al supporto di partners privati e pubblici, tra cui Tajima, il premio ha raggiunto una fama internazionale che ha portato alla creazione di un team di 104 fashion designers in cui comune denominatore è lo stile mediterraneo.

I giovani designer vincitori del premio OpenMymed Price 2017 presso la sede Tajima Europe di Marsiglia. Credit photo http://bit.ly/2rSdOnh

Nel gruppo di questi laureati vincitori del premio OpenMyMed figurano appunto i tre giovani talenti arrivati nel nostro showroom nel mese di dicembre 2017.

Aya e Mounaz Abdelraouf designer di Okhtein ed Amine Bendriouich dal Marocco, autore dell’omonimo marchio di abbigliamento.

Questi ragazzi avevano, come parte integrante del loro premio,  la possibilità di realizzare un progetto personale con il supporto delle tecnologie Tajima.

Per questo motivo sono giunti a Milano insieme al nostro partner Franck Raynal della Tajima Europe di Marsiglia. In foto Stefano Pucci, Direttore Studio Auriga, con Franck Raynal, mostra a Mounaz Abdelraouf di Okhtein ed Amine Bendriouich, il processo di realizzazione del ricamo con le macchine Tajima.

I ragazzi sono stati entusiasti di sviluppare in sinergia con i nostri tecnici il loro personale progetto decorativo. In foto  Aya and Mounaz Abdelraouf di Okhtein nella fase di studio del ricamo con Milena Guandalini, divisione prototipi di Studio Auriga.

   

E’ stato un onore affiancare questi giovani talenti nella realizzazione del loro progetto decorativo personale. Ringraziamo tutti coloro che hanno reso possibile la riuscita di questa giornata speciale, in particolare Coralie Tong, Communication Manager di MMMM, Franck Raynal di Tajima Europe, dal nostro staff: Aurelio Battarra per aver seguito i progetti di punciatura, Milena Guandalini, per la messa in produzione delle lavorazioni e Francesco Urban, per il coordinamento.

Auguriamo a queste giovani promesse della moda internazionale che questo sia solo l’inizio di un percorso ricco di soddisfazioni e riconoscimenti professionali.

Da sinistra Aya Abdelraouf (Okhtein), Milena Guandalini e Francesco Urban (Studio Auriga), Coralie Tong (MMMM), Mounaz Abdelraouf (Okhtein), Franck Raynal (Tajima Europe), Aurelio Battarra (Studio Auriga)

Per maggiori informazioni:

 

Michele De Lucchi e Garage Italia di Lapo

Michele De Lucchi con Lapo e Cracco. Credit Photo: Luca Rotondo per Living http://bit.ly/2AGXppS

Il 9 novembre Lapo Elkann, lo chef Cracco e l’architetto De Lucchi hanno presentato Garage Italia Milano, un’ “officina del lusso” dove è possibile personalizzare veicoli, dalla carrozzeria agli interni ed intrattenersi con una ristorazione stellata.

Grazie al restyling di Michele De Lucchi, la vecchia stazione di servizio del quartiere a nord di Milano è stata trasformata in un prestigioso centro stile per gli appassionati di motori e cucina italiana.

«Era un rudere, riconsolidare l’edificio e metterlo in sicurezza è stato un lavoro meticoloso, durato mesi. Dentro è stato completamente ripensato, la struttura esterna invece è rimasta la stessa, verniciata però con una speciale pittura che riduce la presenza di sostanze inquinanti nell’aria. Due piani con tettoie curve e sproporzionate, dai bordi arrotondati e dalle linee futuristiche marcate da fasci di neon che illuminano x\proprio come una volta», spiega De Lucchi.

Non è passato molto tempo da quando l’Arch. De Lucchi, è stato partner anche della nostra azienda per mostrare le potenzialità del ricamo nel settore dell’Interior Design.

Durante il Salone del Mobile 2015, infatti, Studio Auriga è stata presente nell’allestimento “La Passeggiata” di Michele De Lucchi, presentandosi al mondo dell’interior con un pacchetto di soluzioni e servizi dedicati.

Michele De Lucchi al Salone del Mobile 2015 all’interno de “La Passeggiata”, allestimento in cui era presente lo stand Studio Auriga

In questo contesto avevamo mostrato come l’avanguardia della tecnologia Tajima poteva incontrare la creatività di architetti, designer ed aziende di arredamento, i quali, grazie a queste speciali macchine, sono in grado d’ampliare la propria offerta, proponendo prodotti custom-made, sempre più attesi e richiesti dal mercato.

Il ricamo Tajima nell’Interior Design, Salone del Mobile 2015 all’interno de “La Passeggiata”, allestimento dell’arch. Michele De Lucchi

 

Approndimenti e fonti:

Viscom Italia 2017, le novità presenti in fiera

Nel mese di ottobre si è svolto il Viscom Italia 2017 a Rho-Fiera Milano.
Il nostro staff era presente presso lo stand GMI per presentare due tecnologie dedicate al settore promozionale e della personalizzazione:

In foto da destra: Massimo Monti e Pietro Pauletto, agenti Studio Auriga Nord Italia

Il Plotter Laser modello PLTCAM-90 con telecamera per il taglio e l’incisione laser  di stemmini ed etichette senza crocini di riferimento.
A seguito il video del macchinario in azione:

Il prototipo EASY CUT by GMI, sistema di taglio con ago caldo per macchine da ricamo Tajima. Pratico, semplice e funzionale, questo dispositivo sarà disponibile dall’anno prossimo. Segue il video del prototipo all’opera:

Ringraziamo tutti i visitatori allo stand GMI per l’interesse manifestato.

Sarà nostra cura tenervi aggiornati con tutte le novità inerenti questi prodotti dedicati al settore promozionale/personalizzazione.

Un saluto da parte di tutti noi e .. arrivederci al prossimo evento!

In foto staff GMI con Rino Schirò, tecnico Auriservice, durante la fiera Viscom

Se desideri ricevere ulteriori informazioni scrivi a marketing@studioauriga.it

 

L’angolo del Greg, la nuova rubrica a cura di Angelo Gregotti

Un viaggio entusiasmante alla scoperta della storia del ricamo industriale

Dal prossimo mese al via la nuova rubrica online a cura di Angelo Gregotti, Fondatore ed attuale Presidente del gruppo Studio Auriga.

Quest’anno Studio Auriga festeggia 60 anni ed Angelo Gregotti, per gli amici Greg, che compie 80 anni, ha deciso di fare un regalo a tutti i lettori del blog.


Angelo ci accompagnerá in un percorso inedito alla scoperta della storia del ricamo industriale Tajima, dall’intuizione imprenditoriale, al viaggio in Giappone, la creazione di un ponte con l’Italia, l’evoluzione del mercato, le tecniche decorative, i fattori di successo e molto altro.

 

Scopri i primi episodi della serie:

1. La città delle patate
2. Il ricamo negli anni ’60


Se desideri ricevere una notifica appena è online la prossima puntata,
iscriviti alla nostra newsletter http://www.studioauriga.it/contatti/newsletter

60°Anniversario Studio Auriga, parte 2

I vertici Tajima in visita nel nostro showroom

In occasione del 60° anniversario di Studio Auriga, abbiamo avuto il piacere di ricevere nel nostro showroom i vertici Tajima, Hitoshi Tajima, Chairman Tokai Industrial Sewing Machine Co. e Presidente Tajima Industries Ltd, Hideki Tajima, Representative Senior Managing Director Industries Ltd, Minoru Tominaga, Presidente Tajima America Corp e Managing Director Tajima Industries Ltd., Munenori Fusjiwara, Deputy General Manager Tajima Industries Ltd.

Partner storici del gruppo da oltre 40 anni, i Tajima sono giunti in Italia per incontrare la famiglia Gregotti e festeggiare insieme gli 80 anni di Angelo, fondatore ed attuale Presidente di Studio Auriga.

In questa occasione i Sig.ri Tajima hanno regalato ad Angelo Gregotti un autoritratto artistico ricamato con macchina Tajima.

La cornice del ritratto è stata realizzata artigianalmente con una parte di struttura
portante di macchina multitesta. Un’idea creativa e molto esclusiva realizzata appositamente per questa speciale occasione.

   

La giornata è proseguita con un tour in battello verso la splendida location di Villa D’Este a Como.

In foto Angelo Gregotti in compagnia di Hitoshi e Hideki Tajima con Minoru Tominaga, sul battello in direzione Como.

I festeggiamenti si sono conclusi in una cena conviviale con i membri della famiglia Gregotti, il top management Tajima e Claude Vlandis, Vicepresidente Pulse.

Nei giorni successivi si sono svolti presso la nostra sede di Solaro riunioni tecnico/commerciali in cui i vertici Tajima hanno presentato interessanti sviluppi tecnologici che vedremo a breve sulle macchine di ultima generazione.

Iscriviti alla newsletter per ricevere in anteprima le notizie sul mondo Studio Auriga, Tajima e Pulse: http://www.studioauriga.it/contatti/newsletter

Studio Auriga festeggia i 60 anni di attività

Riportiamo a seguito l’editoriale pubblicato sulla rivista Modainpelle Style di ottobre.
Clicca sull’anteprima a seguito per visualizzare e leggere l’articolo ingradito.

Here attached the editorial on Modainpelle Style magazine in October 2017.
Click on the following preview to see and read the enlarged article.

Per leggere la versione integrale del giornale MODAINPELLE STYLE,
clicca qui http://www.mpastyle.it/magazine/st/Style_04_17/index.html

Read the MODAINPELLE STYLE magazine by clicking here http://www.mpastyle.it/magazine/st/Style_04_17/index.html

 

 

E’ arrivata la nuova Newsletter di Studio Auriga

NOVITA’ DA OTTOBRE

A partire da questo mese la newsletter di Studio Auriga cambia faccia grazie ad un’operazione di restyling che prevede nuovi contenuti, grafica interamente riprogettata con design più pulito, moderno e smart!

Con questa modalità vorremmo raccontarti il nostro mondo e tutto ciò che gravita intorno. L’obiettivo è trasmetterti contenuti sempre in linea con i tuoi interessi.

In particolare la nuova newsletter sarà più:

  • facile da leggere, perchè sarà perfettamente ottimizzata per i dispositivi mobili, quindi potrai visualizzarla sempre correttamente da smartphone o tablet ovunque ti trovi
  • varia, poiché gli argomenti saranno tanti e diversi, comprenderanno rubriche con curiosità, approfondimenti e spunti inediti
  • interessante, perché, a differenza del passato, avrai l’opportunità di scegliere ed approfondire solo gli argomenti di tuo interesse
  • personale, dato che, dopo la prima registrazione ad un tema che reputerai di tuo interesse, ti verrà assegnato una password che utilizzerai per accedere a promozioni, inviti, contenuti, ed, in generale,  iniziative riservate

La nuova newsletter è per noi un canale privilegiato per instaurare un dialogo diretto con il nostro lettore che sarà libero di decidere quando e cosa leggere, a seconda del tempo a disposizione e degli interessi personali.

Se non sei già registrato iscriviti qui http://www.studioauriga.it/contatti/newsletter

Invito Open House Marche

Il nostro staff ti aspetta a Civitanova Marche il 14 ottobre. 

Potrai partecipare al seminario tecnico “Produzione Moda Centro Italia” e successivamente visionare e testare la macchina Tajima TMAR-KC, tecnologia da ricamo per capo confezionato di ultima generazione, dotata dei dispositivi Paillettes, Multicording ed FS Mode. Ci sarà inoltre la possibilità di fare una demo sul programma ricamo Pulse e testarne il sistema di collegamento con la macchina da ricamo nell’ottica prevista dal piano industria 4.0 per la categoria dei beni iperammortizzabili.

Programma dettagliato della manifestazione

  • h. 10.00 registrazione degli ospiti, caffè di benvenuto
  • h. 10.30 inizio seminario
  • h. 13.00 fine seminario e pranzo offerto dall’organizzazione
  • Pomeriggio dedicato a dimostrazioni sulle macchine

L’incontro si svolgerà presso Hotel Cosmopolitan, Via Martiri di Belfiore, Civitanova Marche (MC), 62012. Prenotazione obbligatoria.

Per la riuscita dell’evento chiediamo gentilmente conferma della tua presenza al seminario ed al pranzo al Sig. Giuseppe Mancini, giuseppe.mancini@mancinisrl.net, tel. 393 3343450.
Clicca qui per fare il download dell’invito

Campi da ricamo raddoppiabili?? Una gran bella storia

di Stefano Pucci

Mio nonno era uno chef, un decoratore per esattezza, all’epoca non esisteva la cucina destrutturata o molecolare che va di moda oggi, anzi, lui lanció la tendenza di portare in tavola il prodotto ricostruito, il fagiano tornava a volare nel piatto, era un visionario, un innovatore.
  

Lui diceva sempre: fai qualcosa di nuovo e di interessante per il tuo cliente e sarai sempre un passo avanti agli altri.

Questa cosa si riflette quotidianamente nella mia vita e nell’azienda che oggi dirigo, ed è resa possibile soprattutto grazie ad un partner attento e visionario come l’azienda giapponese Tajima.

Ti racconto una storia di lungimirante innovazione che riguarda i campi di ricamo raddoppiabili:

Negli anni novanta, quando per la prima volta Tajima iniziò a produrre macchine da ricamo con i campi raddoppiabili, diede inizio ad un periodo straordinario che ancora oggi riconosciamo come uno dei momenti più importanti dell’evoluzione tecnologica nel mondo del ricamo.

Il sistema consentiva alla prima testa da ricamo di spostarsi nell’area di lavoro della seconda, questa bella innovazione fu denominata semplicemente con una sigla

W=raddoppiabile

Guarda la modestia dei Giapponesi, inventano una cosa geniale e la chiamano semplicemente W, un americano ci avrebbe fatto marketing per almeno 10 anni.

Immagina quale grande opportunità fosse per quei tempi per chi decise di investire in questa tecnologia.

Poter ricamare aree di lavoro molto più grandi di qualunque altro ricamificio concorrente e con molti più colori all’interno dello stesso pannello ricamato.

Il mercato della moda e dell’arredamento ne furono entusiasti e molti ricamatori raccolsero un incredibile successo in termini di fatturato e popolarità.

La richiesta di ricami elaborati realizzabili con le macchine a campo raddoppiabile divenne sempre più forte tanto da spingere Tajima ad incrementare la propria offerta.

A breve nacquero macchine da ricamo con il sistema triplicabile e quadruplicabile denominate W2 e W3.

Si, hai capito bene, la prima testa di ricamo poteva spostarsi fino alla terza ( W2 ) o alla quarta ( W3 ) area di lavoro.

Un tripudio di colori ed effetti di ricamo con sovrapposizioni di campo e varianti colore fino a pochi anni prima inimmaginabili.

Potevano fermarsi qui ???
Ovviamente NO

È nel maggio del 2006 che avviene la vera evoluzione del campo raddoppiabile che, come sempre, nacque da una richiesta del mercato elaborata dal genio creativo di Tajima che decise di produrre la prima macchina WJ.

E fu davvero una novità incredibile.

Come funziona: la testa uno si sposta nel campo della testa numero due che a sua volta torna a ricamare nel campo della testa numero uno e così via.

Si, ora te lo concedo, adesso puoi fare ooooohhh e rimanere a bocca aperta come fanno i bambini.

Questa volta si parla davvero di ricamare il doppio dei colori ed il doppio delle paillettes nel doppio dell’area di lavoro con il doppio delle possibilità di ottenere effetti incredibili.

Dal molti anni ormai Tajima segna il passo come leader nella produzione di macchine da ricamo industriali fino ad arrivare ai giorni nostri dove le macchine moderne sono state dotate di un’ulteriore incredibile innovazione, si tratta di un piedino elettronico (DCP System) indipendente dall’ago che consente di ottenere un ricamo di qualità impareggiabile su diversi livelli ed anche con filati paralleli.

Ma questa è un’altra storia che ti racconterò una delle prossime volte.

Stai connesso con la nostra newsletter e nel frattempo Clicca qui e scarica la brochure dei campi raddoppiabili che Tajima mette a tua disposizione http://bit.ly/2mYSzy2